Associazione Nazionale Familiaristi Italiani

Al genitore più diligente l’obbligo di prendersi cura della salute della figlia minore

FAMIGLIA e SUCCESSIONI

minori | 19 Aprile 2017

Il Giudice ha disposto, in un caso di contrasto e conflittualità tra i genitori, che la figlia minore esegua immediatamente le cure prescritte dall’ospedale con autorizzazione al genitore più diligente di prendersi carico dei vari incombenti anche a fronte del dissenso dell’altro.

Il Tribunale di Roma, con ordinanza del 16 febbraio scorso, ha disposto, in un caso di contrasto e conflittualità tra i genitori, che la figlia minore esegua immediatamente le cure prescritte dall’Ospedale con autorizzazione al genitore più diligente di prendersi carico dei vari incombenti anche a fronte del dissenso dell’altro.

Il caso. Innanzi al Tribunale di Roma due genitori esprimono opinioni discordanti in merito alla salute della figlia minore e in ordine alle cure mediche alla stessa prescritte dall’ospedale. La bambina in questione era affetta da otite e ipoacusia. In particolare, la madre affermava che la figlia non era stata vaccinata e che non stava seguendo le cure prescritte dall’ospedale bensì altre cure omeopatiche prescritte da un pediatra privato scelto dalla madre stessa e che, a fronte di tali cure, la situazione stava migliorando. Il padre, dal canto suo, lamentava di non venire coinvolto dalla madre nelle scelte relative alla salute della figlia ed esprimeva tutta la sua preoccupazione per il fatto che la bambina, quando collocata presso la madre, non seguiva le cure mediche prescritte. La CTU chiedeva la nomina di un tutore stante l’incapacità dei genitori di collaborare e di prendere decisioni condivise nell’interesse della figlia minore.

Prosecuzione della cura… In udienza, il Giudice Istruttore, visto il contrasto tra i genitori, disponeva che la minore eseguisse immediatamente le cure prescritte dall’ospedale e prescriveva ai genitori di rivolgersi congiuntamente ai medici per la prosecuzione della cura per la ipoacusia, autorizzando il genitore più diligente – anche senza il consenso dell’altro – a recarsi agli appuntamenti e visite mediche con la minore; a prenotare le visite mediche; a sottoscrivere i necessari consensi per sottoporre la minore ad accertamenti; a condurre la minore nelle strutture specializzate per eseguire le vaccinazioni.

AVV. CARLO IOPPOLI – PRESIDENTE AVVOCATI FAMILIARISTI ITALIANI

Iscrivti alla newsletter
Inserisci la tua email
POSSIAMO AIUTARTI

L’associazione rende disponibili diversi professionisti nel settore del diritto di famiglia e difesa della persona in ambito giudiziario.Operiamo in tutto il territorio italiano, per qualsiasi cosa è possibile contattarci tramite il form in basso.

In più aderendo con una quota associativa c’è la possibilità di convenzioni e pianificazioni agevolate.

Compila il form per richiedere una consulenza
text_error
Assicurati di aver compilat tutti i campi
Errore
Accetta la privacy
Informativa privacy

minori | 19 Aprile 2017 Il Giudice ha disposto, in un caso di contrasto e conflittualità…

Adozione | 15 Marzo 2017 La Corte d’appello di Torino conferma l’adottabilità della figlia dei “genitori-nonni”…

chiudi
VIDEO GIORNATE NAZIONALI BIGENITORIALITÁ
ASSOCIAZIONE NAZIONALE FAMILIARISTI ITALIANI
Sede nazionale : Via Trionfale 5697 - 00136 ROMA - Tel/Fax : +39.06.35455243 Tel: 06.83517527
Reperibilità Presidente Avvocati Familiaristi Avv. Carlo Ioppoli: 338/3095507
Presidente Nazionale : Avv. Carlo Ioppoli - E-mail : info@associazionefamiliaristi.it - associazionefamiliaristi@gmail.com
Mail personale Avv. Carlo Ioppoli: avvocatoioppoli@gmail.com